10 lezioni che Pablo Picasso può insegnare (sulla fotografia – n.d.t.)

ERIC KIM [trad. di Domenico Pescosolido]

http://erickimphotography.com/blog/2016/10/11/10-lessons-pablo-picasso-can-teach-you/

Pablo Picasso è stato uno degli artisti più prolifici, creativi, e fonte di ispirazione che sia mai vissuto. Ecco un uomo che ha creato il suo proprio destino - che costantemente si è reinventato (indipendentemente da quello che hanno detto i suoi critici), ha sempre creato di arte, e si è divertito (come un bambino).

Credo che molti di noi possono imparare dalla sua personale filosofia, e, soprattutto, dal suo lavoro, e da come ha vissuto la sua vita.

Qui di seguito ci sono alcune lezioni che ho imparato da lui, e come sono stato in grado di inserirle nella mia vita:

1. Create come un bambino

"Ogni bambino è un artista. Il problema è come rimanere un artista una volta che cresce "-. Picasso

Ti ricordi quando eri bambino? Quando non c’erano limiti o restrizioni alla tua creatività?

I tuoi genitori potrebbero averti dato un foglio di carta e alcune matite. Scarabocchiasti su quella carta, ed hai espresso la tua curiosità infantile. Non avevi il concetto di "buono" o "cattivo" nell'art. Non eri costretto a colorare all'interno delle linee.

Poi si invecchia, e i nostri insegnanti ci dicono cosa non fare. Ci dicono di colorare dentro le righe. Ci dicono le "regole" dell'arte.

Il nostro interno-bambino muore. Diventiamo adulti. Non siamo più creativi come eravamo inizialmente.

Picasso ci ha detto che ogni bambino è un artista. Ma come possiamo rimanere artisti quando si invecchia?

Il mio suggerimento: dimenticare le regole che gli altri impongono su di voi. Piuttosto, provare solo a giocare e a divertirsi. Esprimi te stesso, senza un censore interno che ti dice di fare altrimenti. Non chiedere ad altri il loro feedback sulla vostra arte. Un bambino non ha bisogno di approvazione da parte degli altri sulla sua arte. Essi creano l'arte per il gusto di farla - perché è divertente.

Un'altra citazione da Picasso, che illustra il punto di rimanere come un bambino:

"Mi ci sono voluti quattro anni per dipingere come Rafael, ma una vita per dipingere come un bambino." - Pablo Picasso

Quando iniziamo il nostro apprendistato nell'arte, ci viene detto di copiare il lavoro dei maestri. Impariamo composizione, forma e luce. Lavoriamo duramente per creare imitazioni dei capolavori.

Tuttavia quando abbiamo finito il nostro apprendistato, abbiamo bisogno di imparare a "uccidere i nostri maestri". Per non lasciare che la loro influenza ci freni.

Significa imparare le regole fondamentali, ma sapere come romperle.

Più esperti si diventa in arte, tanto più è necessario "disimparare" le "regole".

Pensate all'opera di Picasso. Ha cominciato con l'essere in grado di creare imitazioni iper-realistiche dei grandi artisti. Inoltre, l'errore comune è che tutto il lavoro di Picasso siano le opere cubiste astratte.

Non è correto - Picasso sapeva come disegnare un diavolo di convincente still-life. Picasso ha saputo fare opere d'arte iper-realistiche.

Una delle cose più affascinanti sul lavoro di Picasso è come fosse in grado di distillare l'immagine nella sua essenza. E per farlo, Picasso ha dovuto scavare in profondità nella sua mente infantile, e creare con spontaneità, divertimento e originalità.

Esercizio:

Osservate un bambino per un giorno. Guardate come ogni esperienza è nuova per lui. Ogni esperienza è divertente, ed è la possibilità di crescere e imparare.

Un bambino non ascolta le regole. Fanno a loro piacimento. La loro creatività è massima.

Ora osserviamo gli adulti - come siamo bloccati nei nostri cubicoli e lavori d'ufficio. Ci è stato detto a rispondere alle e-mail entro un'ora. Ci viene detto di rispettare le regole, leggi e restrizioni. Siamo costantemente giudicati e criticati.

Mentre si invecchia, non cerchiamo di diventare più maturi. Invece, cerchiamo di diventare più infantili quando si invecchia. Cerchiamo di essere come Benjamin Button - età in senso inverso.

Attingete dal vostro bambino interno, e create arte senza restrizioni. Questo è il modo in cui ci si può veramente esprimere creativamente.

Si potrebbe volere tutta la vostra vita per diventare un bambino, come diceva Picasso: "Ci vuole molto tempo per diventare giovani".

2. Rubare buone idee

Ci sono due versioni di un preventivo che sono accreditate a Picasso:

·         "I buoni artisti copiano, i grandi artisti rubano".

·         "I cattivi artisti copiano. I buoni artisti rubano ".

Per me, l'essenza della citazione significa questo: prendete le migliori idee di coloro che sono venuti prima di voi. Ma non semplicemente imitare i maestri punto per punto. Piuttosto, trasforma la tua arte in qualcosa di nuovo.

Non esiste una cosa come "originale" senza trarre ispirazione dagli altri. Siamo tutti una raccolta delle nostre esperienze di vita, come parte di una società.

Quando stiamo affacciandoci al campo della fotografia, abbiamo bisogno di imparare gli aspetti tecnici fondamentali, circa l'esposizione, la luce, l’ombra, e la composizione. Quando stiamo iniziando la pittura, abbiamo bisogno di imparare a dipingere come i maestri. Quando iniziamo nella campo della musica, si impara a giocare con le nostre scale.

Tuttavia, se si desidera creare un lavoro davvero originale che esprima voi stessi – bisogna trarre ispirazione da risorse come si può. Ma allora, vedrete come sia possibile aggiungere la propria visione su di esse. Vedrete come sia possibile rimescolare un pezzo d'arte del passato, e aggiungere la vostra interpretazione.

Chiedetevi sempre: "Che cosa è una cosa un po' nuova che posso apportare al tavolo?"

Spesso i migliori scrittori non sono quelli che fanno le storie più originali. Piuttosto, prenderanno le vecchie idee delle storie, e le aggiorneranno in qualcosa di più moderno per il lettore contemporaneo.

Un fotografo trarrà ispirazione da maestri della fotografia del passato, ma utilizzare i nuovi progressi tecnologici per creare un nuovo tipo di immagine che ispirerà il pubblico contemporaneo.

Esercizio:

Chi può spudoratamente rubare le idee da qualcuno, senza provare vergogna?

Non sentitevi come se aveste la necessità di essere "originali" nella vostra vita creativa. Ruba da qualsiasi fonte o maestro sia possibile.

Eppure cercate come si può inserire la propria visione in esso - fondete la vostra anima con la fonte di ispirazione, e fare qualcosa di nuovo.

Così, per questo esercizio, trovate uno dei maestri della fotografia di cui si ammira il lavoro, e spudoratamente rubate le loro idee, la tecnica e lo stile. Provate a fare le vostre foto come le sue, ma fatelo in modo unico. Continuare a fare ciò finché ci si annoia, e provate con altri 2 o 3 maestri.

Rimescolare il vecchio, e renderlo contemporaneo.

3. Non si può avere successo senza azione

"L'azione è la chiave fondamentale per ogni successo." - Picasso

Abbiamo un sacco di grandi idee. Condividiamo queste idee con i nostri amici, le nostre famiglie e noi stessi.

Ma come raramente abbiamo effettivamente messo in atto le nostre idee?

Picasso diceva che "l'azione è la chiave fondamentale per ogni successo." Ha senso. Se sei un pittore o un artista, non si può avere "successo" senza creare arte. Allo stesso modo, se sei un fotografo, non è possibile effettuare alcuna foto di "successo" senza cliccare il pulsante di scatto.

Esercizio:

Come si può agire nella tua vita fotografica?

Se si sta iniziando un business, qual’è è il primo passo perseguibile che si può fare?

Ad esempio, vuol dire fare un post per i vostri servizi? Oppure chiamare a freddo un cliente? O partecipare ad un convegno?

Non scrivere un elenco dei tuoi sogni fotografici, basta farne come liste di azioni.

Ad esempio, è stupido avere un obiettivo come "guadagnare un milione di seguaci sui social media." Ha più senso avere un obiettivo perseguibile come "caricare solo il mio lavoro migliore, una volta (o più) al giorno".

Se si vuole fare foto migliori, il vostro compito può essere: studiare tutte le foto di Henri Cartier-Bresson nel suo portafoglio, stampare quelli che vi piace con la stampante di casa, e traccia le linee delle sue composizioni con una penna rossa, e cercare di decostruire le sue immagini.

Non abbiate un'"idea" completa - abbiate una mentalità d’"azione".

4. Utilizzate quello che avete

"Se non ho rosso, io uso blu." - Picasso

Picasso era noto per aver attraversato certe fasi - quando dipinse solo con un certo colore o tonalità. Per esempio, durante "periodo blu" di Picasso (Periodo Azul) ha fatto solo dipinti monocromatici con i freddi colori blu / blu-verde. Questi dipinti tendevano ad avere un lato lunatico e malinconico.

Poi in contrasto a questo periodo, Picasso ha abbracciato un "periodo rosa" (1904-1906), in cui ha utilizzato solo i colori arancio e rosa, che erano molto più caldi, e vivaci nello spirito.

Quando gli è stato chiesto perché aveva fatto ciò - disse che quelli erano gli unici colori che aveva.

Quello che ho trovato grandioso in ciò è dimostrare come si possa aver bisogno di pochi nella vostra tavolozza per fare della grande arte.

Come fotografi, ci si lamenta di non avere abbastanza attrezzatura, lenti, o fotocamere. Se vogliamo essere come Pablo ed essere più creativi, bisogna limitare la nostra tavolozza. Prendere i pochi colori che già abbiamo, e fare del nostro meglio con essa.

Esercizio:

Scegliere un certo colore, tonalità, o una tavolozza e incollarsi esso per un mese. Per un mese, sparare solo i colori rossi o colori blu. Solo sparare cerchi o triangoli.

attaccare solo con una telecamera e un obiettivo.

Vedere limitando le scelte creative, quanto creativo si può ottenere.

5. Dipingete la vostra realtà

"Il mondo non ha senso, quindi perché dovrei dipingere immagini che ne hanno?" - Picasso

Essere un artista significa creare il mondo che si desidera vedere. Significa anche mostrare agli altri quello che si vede nella realtà.

Picasso è frainteso solo perché è un artista astratto. Ma prima ha intrapreso le sue epiche immagini cubiste, ha imparato la pittura realistica.

Ma ciò che amo del suo lavoro è che esso evoca emozioni, confusione e il caos della realtà. Esso non mostra la realtà come box interni perfetti e costruiti. Piuttosto, Picasso si ribellò contro le caselle in cui altri artisti sono stati bloccati, ed ha costruito la sua versione della realtà.

Esercizio:

Fotografate la vostra realtà. Invece di fare le foto di messa a fuoco, incise, e 'reali' - cercare di renderle come 'irreali' come possibili. Fai la tua foto sfocata, fuori fuoco, e granulosa. Aumenta il contrasto, i colori, e la saturazione. Cercate di post-produrre le foto che evocano una certa emozione rispetto alle vostre immagini.

Prova a creare immagini che evoca come ci si sente, piuttosto che come la scena sembrava nella "vita reale".

6. Eliminate il superfluo

"L'arte è l'eliminazione del superfluo." - Picasso

Più studio gli artisti, più mi rendo conto di quanto l'arte riguardi più la sottrazione e l'eliminazione del superfluo - piuttosto che l’aggiunta.

Un buon esempio del metodo di lavoro di Picasso è stato quello di vedere i suoi studi sulla "decostruzione di un toro." Vedete come ha iniziato con una forma realistica di un toro, e ottenere sottraendo, fino a raggiungere quello che considerava l '"essenza" del toro.

I grandi artisti fanno questo. Quando si tratta della filosofia progettuale di Steve Jobs, è stato sempre ossessionato dall'eliminazione delle cose inutili - pulsanti eliminando, aggiunte confuse nell’interfaccia utente, e la complessità.

Lo Zen e maestri taoisti dicono anche questo - per diventare un maestro bisognerebbe eliminare una cosa superflua tutti i giorni, piuttosto che aggiungere una cosa al giorno.

Esercizio:

Trovate una scena che ritenete interessante e che desiderate fotografare. Vedere come si può decostruire la scena, pezzo per pezzo. Eliminate dall’inquadratura, fino a quando si rimane con ciò che si considera l'"essenza" dell’inquadratura.

Tagliare via tutto il grasso superfluo dai bordi dell’inquadratura, allora vi sarà rimasta solo la sostanza.

7. Non ripetete voi stessi

"Copiare gli altri è necessario, ma copiare se stessi è patetico." - Picasso

Se si vuole rimanere freschi come artisti, si deve evitare di copiare se stessi più e più volte. Questo è ciò che porta alla stagnazione.

Se siete un bodybuilder, e si vuole aumentare l'intensità del vostro allenamento - aumentate più ripetizioni o più peso. Se sei un artista, si vuole allungare le capacità creative. Si potrebbe ancora lavorare con lo stesso Materiale - ma si desidera aggiungere sfida al processo di lavorazione, per creare nuove opere che siano almeno un po' diverse rispetto al lavoro che hai fatto prima.

Sento che questo è ciò che ci può aiutare a rimanere motivati utta la nostra vita. Picasso ha attraversato molte evoluzioni differenti della sua vita artistica. Ogni volta che si sentiva come se stesse diventando compiacente, ha totalmente commutato il suo stile. Ha mantenuto la sua immagine in pubblico- non hanno mai saputo quale sarebbe stato il suo prossimo dipinto o pezzo.

Picasso sperimentò moltissime forme diverse tutta la sua carriera. Anche se è stato meglio conosciuto per la pittura, ha anche sperimentato  la poesia, la fotografia, la scultura, e altre forme d'arte. Ha continuato a spingere ai suoi limiti, esprimersi in tanti modi creativi diversi possibili.

Picasso continuamente visse i pericoli del "successo" in arte. Una volta che ci sentiamo "di successo" - ci fermiamo di  innovare:

"Il successo è pericoloso. Si comincia a copiare se stessi, e copiare se stessi è più pericoloso che copiare gli altri. Essa conduce alla sterilità " - Picasso

Esercizio:

Dimenticate il vostro vecchio lavoro. Eliminare le vostre vecchie foto fuori dalle reti di social media, o almeno segnatevi come privato.

Fingete come se oggi si stia iniziando la vostra fotografia di nuovo da zero. Quali dei vecchi metodi di ripresa del passato sarebbe utile non fare? Come ci si avvicina alla costruzione di un’immagine da una prospettiva o angolo diverso?

Questo significa per voi fotografare soggetto diverso? Vuol dire catturare diverse emozioni e gesti nelle immagini?

Qualunque cosa significhi per voi, non smettere mai di innovare.

8. Vendete voi stessi, non la vostra arte

"Artista è una persona che dipinge ciò che si può vendere. Un buon artista è una persona che vende ciò che dipinge " - Picasso

Un altro grosso errore che gli artisti fanno è cercare di creare arte che soddisferà un pubblico, in modo da poter vendere le loro opere.

Picasso ci insegna il contrario: il grande artista è colui che si vende, e ciò che dipinge.

Come esseri umani, noi vogliamo essere amati, apprezzati, e sostenuto da altri. Come fotografi, vogliamo fare immagini che siano ammirati da altri.

Ma la differenza tra l'essere nella media e essere un grande sta in questo - i grandi artisti si attaccano alla loro singolare visione. Senza compromessi. Vanno contro corrente, e creano cose che potrebbero creare scompiglio. Il loro lavoro potrebbe non essere apprezzato ampiamente, ma trovano un piccolo gruppo di persone a cui piace intensamente il loro lavoro. E questo è ciò che li rende di successo - rimangono fedeli a se stessi.

Esercizio:

Interrompere il caricamento di foto su social media per una settimana o un mese. Fare delle foto in cui ci si sente davvero creativi, innovativi e unici nel proprio genere. Non chiedere ad altri il loro parere sul vostro lavoro. Segui il tuo cuore e intestino.

Poi fate una serie di immagini, stampatele, e vedete se sia possibile venderle a persone che conosci, o online.

Non misurate il vostro successo da quanto si può vendere, ma usate questo esercizio per darvi fiducia nel lavoro che si crea.

9. Non procrastinate ciò che è importante

"Rimandare a domani solo ciò per cui si è disposti a morire lasciandolo non fatto." - Picasso

Picasso è stato uno degli artisti più prolifici della storia. Come ha fatto? Semplice - ha procrastinato su cose poco importanti, e si è concentrato senza sosta su quello ciò che era importante per lui (la sua arte).

Anche Picasso era famoso per essere un animale sociale, quando era il momento per lui di dipingere e di lavorare - si chiudeva fuori dal mondo. Sapeva che per creare i suoi grandi capolavori aveva bisogno di silenzio per pensare, meditare e per creare la sua opera.

E' facile per noi procrastinare le nostre vite. Credo che rimandare sia una buona cosa, se usata nel modo giusto. Procrastinare solo su ciò che sarebbe bene lasciare incompiuto se si dovesse morire domani. Ma non procrastinare funzioni della vostra vita - il vostro lavoro creativo.

Esercizio:

Scrivete una lista di cose che vanno bene se siano lasciate incompiute se si morisse. Quindi scrivete un elenco di cose per le quali ci si sentirebbe frustrati se si lasciassero incompiute se si morisse.

Concentratevi su ciò che è più importante per voi, e procrastinare sul resto.

10. Regalate il vostro dono

"Il senso della vita è quello di trovare il vostro dono. Lo scopo della vita è quello di regalarlo. " - Picasso

Tutti noi abbiamo un dono con il quale possiamo aiutare gli altri. Abbiamo un regalo per farne altri - un dono che può aiutare gli altri a migliore la loro versione di se stessi.

Il vostro regalo può essere la vostra capacità di fare belle immagini, per rendere le parole in movimento, per dimostrare amore e compassione, o per essere un buon amico o un familiare.

Qualunque sia il vostro regalo della vita - trascorrete tutta la vita dando qualche cosa agli altri. Questo è ciò che si sente per gratitudine, responsabilizzazione e felicità nella vita.

Che cosa succede se non si sa quale sia il dono della vita? Questo va bene - la maggior parte della vita si cerca di scoprire quale sia il loro dono. Molti non trovano il loro dono fino alla vecchiaia e poi una volta che l’hanno scoperto, trascorrono tutta la loro vita distribuendo il loro dono.

Ci sono molti musicisti, artisti e registi che hanno solo iniziato in età avanzata. E quello era il momento giusto per loro - avevano abbastanza esperienza di vita, risorse e finanze per intraprendere il lavoro creativo che erano destinati a fare.

Non forzarlo. Se conoscete quale sia il vostro dono, concentratevi su contribuire il più possibile per gli altri. Se non si conosce il dono della vita, non smettete di cercare. Non accontentarsi di niente di meno.

Guardate che cosa delle vostre attività crea il massimo valore per gli altri - non per voi stessi. Guardate come dare potere, eccitare, o motivare gli altri. E’ questo il vostro consiglio, la vostra voce, le vostre azioni, la vostra arte, o qualcos'altro?

Per quanto mi riguarda, penso che il mio regalo è il blogging. Blogging è molto piacevole per me, e le parole fluiscono dalle mie dita. Non è mai noioso, e non ho mai dovuto sforzarmi di farlo. E raggiunge il maggior numero di persone attraverso internet, e spero che incoraggio anche gli altri nella loro fotografia, la loro vita, e il processo creativo.

Esercizio:

Scrivete una lista di talenti, passioni e valori che avete nella vita. Pensate a come si crea il massimo valore per gli altri. Pensate a come si possono aiutare ancora di più le persone. Quali sono alcune distrazioni che potreste escludete dalla vostra vita, in modo da poter aggiungere più tempo, energia, e mettere a fuoco il dono della vostra vita?

Conclusione

Picasso era un raro uomo che visse secondo i suoi propri standard, ed è stato creativo fino alla morte. Non ha lasciato nulla di incompiuto. Ha allungato e ha spinto i suoi confini artistici, ed è stato prolifico all’inverosimile. Ha giocato come un bambino, sperimentato, e sempre messo in discussione l'autorità e le "regole".

Tutti noi possiamo vivere una vita creativa come Picasso. Significa solo ricollegarsi con il nostro bambino interiore, e vedere il nostro lavoro creativo come un gioco. Significa non scendere a compromessi con i nostri standard artistici, e sfruttando al meglio l'arte a prescindere dalla nostra situazione di vita.

Quindi riscoprite il bambino interno che è in voi, e divertitevi.

Sempre, 
Eric

Mai smettere di imparare

All rights reserved © 2013 Domenico Pescosolido