Anno nuovo.... fotografia analogica: Lo sviluppo ACU-1

Voglio iniziare il nuovo anno parlando di uno sviluppo per pellicole. Si avete capito bene nel 2014 voglio parlare di uno sviluppo di quei lunghi pezzi di plastica avvolti in strani involucri e che necessitano un procedimento per mostrare la fotografia che ha più a che fare con l'alchimia e Mago Merlino che non con il mondo fast & furious del 2014.

Ma è proprio in quei vecchi procedimenti che è nata la fotografia moderna, senza quegli "alchimisti" oggi non esisterebbe iphone photography o qualsiasi altra "luce" digitale. Comunque, per chi volesse cimentarsi nel 2014 nella fotografia analogica (cosa che consiglio vivamente se non altro per ritrovare il gusto di uno scatto alla volta meditato e pensato) vi propongo uno sviluppo per pellicole molto interessante che ho sperimentato lo scorso anno. Magari sarà tutto molto oscuro per chi non ha idea da dove si inizi ma vi propongo di leggere l'ottimo manuale scritto da Nicola Focci e poi magari ritornare su quanto sto per dirvi.

Iniziamo con sfatare due miti: 1) Non è vero che non si trovano più le pellicole e 2) Non è vero che le forniture di camera oscura sono introvabili e arcaiche. Se non mi credete provate a visitare www.fotomatica.it e l'inglese www.silverprint.co.uk.

  ACU-1

ACU-1

Quindi passiamo ad illustrarvi questo sviluppo per pellicole denominato ACU-1 dell'americana BKA. E' uno sviluppo per tiraggi di pellicole e dalla massima acutanza e finegranulante. Si presenta in polvere in un piccolo barattolo metallico che va aperto con un apriscatole. La polvere basta per fare un litro di sviluppo ed una volta creata la soluzione stock può essere utilizzato diluito una sola volta. io l'ho provato sul T-MAX400 35mm tirato a 1600 ISO diluito 1:10 a 27 gradi per 7,15min. Un'altra sua caratteristica è che sopporta bene l'alta temperatura infatti i tempi di sviluppo sono tarati sui 21 gradi invece che sui 20 consueti. Inoltre l'ho provato anche con TRI-X tirato a 1000 1+5 per 9 min a 21 gradi.

I risultati sono apprezzabilissimi e molto appaganti in termini di grana e di lettura delle ombre.

Personalmente ho trovato questo sviluppo da Punto Foto

Questi sono i risultati con il TRI-X:

Scansione negativo

Fotografia da scansione negativo

E questi i risultati con il T-MAX:

Fotografia da scansione negativo

Dettaglio al 100%